• Gli articoli di questa sezione riguardano personaggi muranesi o che hanno avuto a che fare con la nostra isola
Secolo XIX
L'imbarazzante caso del maestro "Stròlogo"

Negli anni '30 dell'Ottocento il Comune di Murano che, in base alla legislazione austriaca, doveva provvedere all'istruzione elementare pubblica, si trova a dover affrontare uno dei casi più imbarazzanti della sua breve Storia: un maestro "assistente", regolarmente assunto dall'amministrazione comunale, sembra incapace di gestire una scolaresca e viene dileggiato e deriso sia a scuola che in strada. Inoltre, viene canzonato col soprannome di "Strologo"......

Secoli XIX-XX
Vecchie glorie del remo

Molte sono le cose che a Murano possono definirsi celebri per essere conosciute in tutto il mondo, con quel merito che esse meritano. Così oltre alle celebri fornaci ed al non meno celebre vetro, fra le tante altre cose di valore, Murano è anche celebre per gli uomini che seppe dare in ogni tempo, alla cultura, alla pittura, ma anche alle varie discipline sportive, offrendo atleti di levatura mondiale......

Secoli XIX-XX
Svevo e le Novelle Muranesi

Molti si saranno chiesti perché nella zona della Serenella un campo fra le case di una cooperativa edilizia è intitolato allo scrittore Italo Svevo. Pochi, però, sanno che Italo Svevo è vissuto per oltre quindici anni facendo il pendolare tra Trieste, ove risiedeva la moglie, e la “Serenella”, nell'isola di Murano, come direttore di produzione della filiale muranese della fabbrica triestia di vernici sottomarine, di proprietà del suocero Gioacchino Veneziani. Le sue ore trascorrevano nell'attesa delle fusioni del preparato chimico e nell'assiduo carteggio con la moglie rimasta a Trieste. Ma molte ore notturne le sottraeva al sonno per scrivere o riflettere sul suo sogno di diventare uno scrittore......

Secolo XIX
Un poeta muranese: Francesco Maria Piave

Francesco Maria Piave, nato a Murano nel 1810 e morto a Milano nel 1876, fu uno dei più prolifici librettisti dell'800. Collaborò con vari musicisti come Mercadante e Pacini, ma soprattutto con Giuseppe Verdi, per il quale compose i libretti di "Ernani", "I due Foscari", "Macbeth", "Stiffelio", "Rigoletto", "La traviata", "Simon Boccanegra", "Aroldo", "La forza del destino"...

...e molti altri articoli seguiranno